Mare e Monti 2015 - percorsi

Breve descrizione di quello che sarà il  MARE & MONTI 2015 
(a cura di "Norby")

Quest’anno, dopo il 2013 in quel di Mattarana nello spezzino, torneremo nell’estremo ovest ligure, in provincia di Imperia.

La location è San Bartolomeo al Mare (IM) Hotel San Matteo, in posizione comoda vicino dall’uscita dell’autostrada A10 (2,7 km e 4 minuti).

Vi raccomandiamo di portarvi il costume da bagno dato che l’albergo dispone di piscina e chi arrivasse presto si potrà recare sulla spiaggia del borgo marino (3,5 Km e 6 minuti).

Le nostre moto saranno ospitate nel garage al coperto; in un altro garage è ospitata una comitiva di enduristi con officina al seguito... potrebbe essere una buona occasione per uno scambio di esperienze.

Vi ricordiamo che le moto dovranno partire con i serbatoi pieni per cui vi consigliamo di recarvi sulla Strada Statale 1 Aurelia che attraversa San Bartolomeo al Mare dove troverete diversi distributori.

Facciamo inoltre presente che, durante la mattina del Sabato, percorreremo strade di montagna e raggiungeremo passi alpini (1660 m): è necessario disporre di abbigliamento adeguato per proteggersi dal freddo.

VENERDI’ 18

Vi aspettiamo dunque nel pomeriggio per accogliervi, disbrigare i fastidi burocratico economici ed assegnarvi le camere.

Cena verso le 20 – 20:30 (per coloro che provenendo da lontano dovessero arrivare più tardi, si prega di avvisarci in modo da poter predisporre l’accoglienza ed eventualmente un piatto freddo).

SABATO 19

Colazione dalle 7:00

Partenza (puntuali e con serbatoio pieno), alle 8:15; la strada che percorreremo la mattina è tanta e non rettilinea (in Liguria la linea retta è sconosciuta), vogliamo essere tranquilli e previdenti.

Imboccata la strada di sponda destra del Torrente Cervo ci dirigeremo verso il mare e lungo la Strada Statale 1 Aurelia raggiungeremo la cittadina di Diano Marina da dove, attraversando il passaggio ferroviario, volteremo verso i monti in direzione Diano Castello e tenendoci a mezza costa Diano Aretino in un paesaggio di ulivi e vigne. Svolteremo verso ovest scendendo tra le fasce fino a Pontedassio su Torrente Impero, da dove, percorrendo stradine (foto di gruppo con paesaggio), tra gli uliveti ed i boschi di castagni raggiungeremo l’abitato di Vasia. L’attraversamento del paesino di Vasia sarà un po’ particolare dato che dovremo proceder in fila indiana ed a velocità ridotta lungo un viottolo largo circa un metro e mezzo… raccomandiamo il massimo rispetto.

Da Vasia raggiungeremo diversi piccoli borghi sparsi per le fasce un po’ coltivate e molte abbandonate, fino ad addentrarci in un territorio più boscoso e selvaggio dove, in un susseguirsi di discese, salite e tornanti raggiungeremo Colle San Bartolomeo e de lì, sempre tra i boschi, giungeremo alla SS28 che da Imperia conduce a Pieve di Teco.

Pieve di Teco sarà la nostra tappa intermedia ove dovremo rabboccare i serbatoi dato che per una buona parte del percorso non incontreremo stazioni di servizio (ci sono due distributori Totalerg e IP a poca distanza uno dall’altro per cui si raccomanda di distribuirsi equamente per velocizzare l’operazione). A Pieve di Teco effettueremo una sosta di circa mezz’ora per permettere di sgranchirsi le gambe ed ammirare il piccolo centro della Valle Arroscia.

Da Pieve di Teco partiremo per il percorso più aspro e montano dell’itinerario che ci farà toccare i luoghi della Via del Sale: Mendatica, Monesi, Le Salse (colle a 1600 m s.l.m.), percorreremo il confine tra la Liguria ed il Piemonte e lungo il corso del Fiume Tanaro (SP154) passeremo per Briga Alta, Viozene per giungere nuovamente sulla SS28 nei pressi di Ponte di Nava. Il percorso tra Viozene e la SS28 è molto suggestivo dato che la strada affianca le falesie rocciose con tratti rocciosi esposti e senza protezione. Lasceremo la SS28 per la SP216 per giungere poco dopo al bivio per il Rifugio Pian dell’Arma … poche centinaia di metri sterrati che ci condurranno al posteggio a fianco del rifugio.

Il menù sarà a base di cibi caratteristici locali a km zero; in zona è coltivata la Rapa di Caprauna presidio Slow Food che potremo assaggiare in parte del menù.

Dopo la libagione e una piacevole sosta sull’ampio spiazzo con i monti alle spalle ed il mare di fronte, ahimè, dovremo rimetterci in marcia.

Di nuovo sulla SP216 fino al paese di Caprauna da dove abbandoneremo la certa provinciale per addentrarci nell’oscura boscosa stradina che, attraversando il confine, ci riporterà in Liguria verso Aquila d’Arroscia fino alla scorrevole SS453. Imboccata la veloce statale passeremo per Vessalico, il bivio di Pieve di Teco e poi giù veloci, seguendo il corso del torrente Impero, fino al capoluogo di Imperia risultato dall’unione, durante il ventennio fascista dei comuni di Oneglia e Porto Maurizio.

Attraverseremo in colonna il centro di Imperia dirigendoci verso est lungo la SS1 Aurelia costeggiando il mar Ligure; passeremo nuovamente da Diano Marina e San Bartolomeo al Mare. Sul lungo rettilineo di San Bartolomeo ci apparirà, in tutto il suo splendore, illuminato da sole del pomeriggio il borgo di Cervo uno dei più bei borghi d’Italia.

Raggiunto Cervo potremo addentrarci nei tipici vicoli caruggi e raggiungere la Chiesa di San Giovanni Battista detta “dei Corallini”, una spettacolare costruzione barocca baciata dal sole che domina il mare.

Più tardi torneremo in albergo (5 km e 10 minuti), per sistemarci per la sera. Ricordiamo di approfittare del passaggio dall’Aurelia per fare rifornimento di carburante

Cena verso le 20 – 20:30

DOMENICA 20

Colazione dalle 8:00

Partenza con le moto cariche per il ritorno alle 9:30. La strada che percorreremo sarà sempre in parte tortuosa, ma meno impegnativa del Sabato.

Dall’albergo, passeremo sulla sponda sinistra del torrente Cervo e costeggiandolo ci immetteremo sulla SS1 Aurelia dove, doppiato Capo Mimosa giungeremo ad Andora. Saliremo costeggiando il mare e doppiato Capo Mele scenderemo verso Laigueglia (ricordiamoci che Domenica 20 è la festa del paese per cui ci sarà un po’ di traffico), che attraverseremo dirigendoci verso Alassio… la città del “muretto”.

Giunti a metà della cittadina alla rotonda (incrocio tra SS1 e Via Armando Diaz), devieremo a sinistra ed inizieremo ad inerpicarci lungo la Strada Panoramica S.Bernardo… il panorama sarà incomparabile.

Prenderemo la SP18 e ci dirigeremo verso l’entroterra sul crinale ammirando il paesaggio fino al bivio poco prima di San Damiano. Imboccheremo una stradina che attraverso fasce dissestate coltivate ad ulivi, passando per la località Paravenna ci condurrà a Garlenda cittadina ove ha sede il Museo della 500. Dal paese della 500, lungo la SP6, percorreremo la val Lerrone fino a inerpicarci tra i boschi per raccordarci alla SP13 che ci condurrà, seguendo il corso del torrente Merula, attraverso i paesini di Testico e San Bartolomeo fino ai piedi del viadotto autostradale della A10 con il casello di Andora. Passato il viadotto ci inerpicheremo sulle spalle di Capo Mele, passeremo vicino al Castello e giungeremo in una pineta dalla quale con una vista mozzafiato sull’abitato di Laigueglia potremo scorgere l' Isola Gallinara. Un po’ più avanti il posteggio dell’Osteria Colla Micheri dove potremo fermarci.

Ci troveremo in un altro mondo ed in un altro tempo… Colla Micheri, il borgo medioevale che fece innamorare l’antropologo esploratore norvegese Thor Heyerdal; attraversò l’Oceano Pacifico a bordo della zattera Kon-Tiki, ma volle qui fermarsi e mettervi casa… si ritirò in questo piccolo lembo di terra … entrate nel borgo con rispetto, passeggiate, osservate, esplorate… intanto che nell’Osteria si prepara il pranzo.

Purtroppo il MARE&MONTI2015 sta terminando… avete pranzato, siete stanchi e volete tornare alle vostre case, dai vostri cari… lasciate comunque una piccola parte del vostro cuore tra questi luoghi aspri arsi dal sole e dal mare ove i profumi della maggiorana e del basilico si confondono con quelli dei pini marittimi e dell’olivo… la conserveremo con cura, attendendovi ad un altro incontro LISSTA LIGURIA

  • Visite: 57

www.transalp.it by Elio Mangraviti is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 2.5 Italia License